Calato il sipario della V edizione del Jolly Rocker

Il coreografico arrivo dei motocilisti col rombo dei loro motori ha anticipato l’apertura della 5° edizione del Jolly Rocker lo scorso weekend, che ha esordito poco prima della mezzanotte del venerdì con i Third Eye, una giovanissima band che, nonostante la loro età, ha proposto musica dal suono vintage in un mix western/country. L’artista Sabrina Firmaturi ha salutato l’arrivo della mezzanotte con il suo suggestivo spettacolo di fuoco che ha introdotto l’esibizione dei Deh Delirium Tremens con il loro rocktheater Anime Distorte. Capitanati da “lo Zingaro”, frontman del gruppo nonché ideatore, organizzatore e deus ex machina di tutto lo scroscio prodotto nelle due notti, i Pirati hanno di fatto introdotto la fiesta che ha visto mescolati il suono della musica alle arti visive, teatrali e circensi, prendendo possesso della spiaggia di Capaci abbagliandola di musica e non solo.

Tanti i gruppi che si si son succeduti sul palco, dai 17 RE ai Midox, dai Das Es ai Cogito Ergo Sound fino ad arrivare ai Bye Bye Japan, oltre a quelli già citati.

Dal tramonto all’alba e poi ancora dal tramonto all’alba del giorno successivo, la vivacità delle band ha cementato lo spirito di aggregazione che si respirava in riva al mare, con quei corpi che ballavano e si dimenavano al ritmo della musica i cui ingranaggi venivano costantemente oleati da bicchieri di birra mai vuoti e dalla schiuma delle onde del mare che ritmicamente bagnava la battigia.

Molti i testimonial che hanno sposato la manifestazione, da Beppe Leoncini, batterista della Steve Rogers Band, a Enrico Bianchi e Valerio Zelli, rispettivamente voce dei GENS e voce degli O.R.O.

Senza alcun contributo economico comunale, cosa che Music Juice conosce benissimo, tutto l’evento è stato reso possibile dai vari main sponsor che meritano di essere citati, da Burger King a Essai Sport, da New Cosmetic a Mind che, grazie a Valerio Frosini, ha fornito il service.

Non sono mancati naturalmente i media partners quali Radio Irene e On Music TV e, ovviamente Music Juice, sempre presente quando si tratta di promuovere e diffondere la musica live.

L’idea visionaria de lo Zingaro ha avuto un così gran successo che lo stesso si ripromette di non fermarsi qua: Arriveremo alla milionesima edizione – afferma entusiasta l’ideatore – questo è un monito per tutta la città di Palermo e per tutte quelle realtà in cui esistono giovani che si vedono transennare piazze e chiudere portoni di strutture che restano in eterno abbandono, anziché ospitare l’arte e la cultura: ci riprenderemo i nostri spazi.”

Ipse dixit.