Sperimentazioni eclettiche in “Across My Universe”, nuovo album di Marte

Copertina del disco

Contaminazioni psichedeliche ed elettroniche che non temono l’approccio verso nuovi orizzonti musicali. L’album Across My Universe è un viaggio all’insegna dell’esplorazione, che tende ad allontanarsi dai confini terreni.  Questa ricerca sfrontata porta la firma di Marte, pseudonimo di Massimiliano Gallo sebbene ormai il progetto inglobi anche il batterista Mauro Patti.

Dalla tracklist di Across My Universe sono già stati estratti i singoli Just For Music e Sorrow. Anche questi sono accompagnati dai loro rispettivi videoclip scritti e diretti da Massimiliano stesso, come accade per ogni suo pezzo. Nonostante Massimiliano vanti delle esperienze in Asia e in Australia, non  dimentica le sue radici siciliane: esiste anche un videoclip per la cover di Cu Ti Lu Dissi, celebre canzone di Rosa Balistreri, riarrangiata in chiave più vivace e moderna che nel nuovo disco ricompare con un testo in inglese.

Per certi versi, alcune stili adottati da Marte ricordano un po’ alcune sonorità di gruppi celebri come i Muse o i nostri Subsonica, con la sola differenza che i lavori di Marte sono interamente autoprodotti in collaborazione con l’ufficio stampa 17rivers e del manager Gianni Novelli. Ma non mancano le sorprese! A detta dell’autore, infatti, il meglio è da scoprire semplicemente ascoltando l’album.  Il prossimo 6 ottobre, infatti, i due musicisti presenteranno il disco con un live presso il locale Oceanomare nella frazione agrigentina di San Leone.